Associazioni


Associazione Donne PPD
donne-ppd.ch


Nascita e storia dell’Associazione
Scrivere a vent’anni di distanza della nascita e crescita dell’Associazione Donne PPD è cosa ardua: grazie alla sua attività molte cose sono state realizzate all’interno del partito, nelle istituzioni e nella società civile.

In particolare, è difficile districare le molteplici immagini e i vividi ricordi di riunioni, serate, giornate di studio, conferenze stampa, interventi ai congressi, documenti, campagne elettorali, azioni con altre associazioni su temi importanti e presenza attiva nelle varie Autorità comunali, cantonali e federali.

Dentro di noi, nella nostra mente e nel nostro cuore, di tutto ciò rimane una grande gioia e gratitudine per tutte le amiche con le quali abbiamo percorso questo lungo cammino; rimane alla fin fine la grande amicizia che ci ha unite fin dall’inizio e che è durata nel tempo, non solo tra le socie fondatrici, ma via via con le donne che si sono impegnate in quest’avventura politica e umana.

L’Associazione Donne PPD è nata da una profonda consapevolezza, cresciuta all’inizio degli anni ’80, in un piccolo gruppo di persone che si affacciava in quegli anni alla politica; grazie alla discussione sull’articolo costituzionale sulla parità fra donne e uomini, posto in votazione popolare nel 1981, ci si rese conto che a 10 anni dall’ottenimento del diritto di elezione attivo e passivo si dovesse fare un passo in più e iscrivere nell’agenda politica non solo un principio – la realizzazione della parità di fatto tra donne e uomini in tutti gli ambiti della società – bensì che si dovesse pure passare dalla teoria alla pratica ed impegnarsi di prima persona.

Con il sostegno delle pioniere – le prime donne PPD elette nei vari consessi – e del nostro “mentore” Flavio Cotti, allora presidente cantonale e federale del PPD da sempre sostenitore convinto delle donne in politica, abbiamo ripreso il testimone e colto la sfida: il 10 maggio 1985 alla presenza di 400 e più donne abbiamo fondato l’Associazione Donne PPD. Scopo dell’associazione era ed è la promozione della formazione ed informazione politica delle sue socie, la partecipazione attiva negli organi partitici a tutti i livelli e la presenza quantitativa e qualitativa nelle istituzioni.

Il motto di allora “PRESENZA E PARTECIPAZIONE” non ci ha mai abbandonato e costituisce ancora oggi il “fil rouge” della nostra azione politica.

Se vogliamo tentare un bilancio ( cosa assai difficile), penso di poter dire che sia il partito, sia le istituzioni che la politica stessa hanno sicuramente beneficiato dell’impegno di tante donne che, (anche) grazie all’attività dell’Associazione donne PPD, si sono distinte a vari livelli e hanno fattivamente contribuito a rendere migliore la nostra società, nella convinzione che una presenza equilibrata di donne e uomini nella società ed in politica sia un criterio importante per giudicare una democrazia (“Non può esservi vera democrazia senza il rispetto e la realizzazione della parità fra i sessi”. Dichiarazione finale della Quarta Conferenza dei Ministri europea sulla parità tra donne e uomini, Istanbul novembre 1997).

Come si diventa socie dell’Associazione?

  • Accettando lo statuto dell’Associazione e il suo programma di attività
  • Partecipando alla sua attività
  • Pagando una quota annuale, il cui ammontare è libero

L’Associazione Donne PPD è riconosciuta dal Partito Popolare Democratico. Fa parte dell’Associazione Donne PPD svizzere. E’ membro della Federazione Ticinese Società femminili.

In seno alla società operano tre organismi:

  • L’assemblea, convocata una volta all’anno
  • Il comitato cantonale, composto da un centinaio di membri che rappresentano i vari distretti, convocato almeno quattro volte l’anno
  • L’ufficio presidenziale, composto da persone provenienti da tutti i distretti, si riunisce secondo le necessità


Chiara Simoneschi-Cortesi
Consigliera nazionale


Generazione Giovani
generazionegiovani.ch - facebook


Membri di comitato Generazione Giovani:

Presidente, Ivan Monaco, monaco.ivan@gmail.com
Vice presidente, Caterina Calzascia, caterina.calzascia@gmail.com
Vice presidente, Umberto Gatti, umberto.gatti@me.com

Segretario: Stefano Rappi
Vice Segretario: Romolo Pawlowski, romolo.pawlowski@hotmail.com

Responsabile delle finanze: Tommaso Merlini
Responsabile informazione ed eventi: Marika Beretta

Membri:
Alissa Bizzozero, alissa.bizzozero@gmail.com
Camilla Battaglioni, camillabattaglioni@hotmail.com
Francesco Doninelli, francy@ticino.com
Gianmaria Barenco, barencogianmari@gmail.com
Riccardo Ferrari, riccardo.ferrari.85@hotmail.com

GG in Gran Consiglio

Simone Ghisla, simone.ghisla.ti@gmail.com
Sabrina Gendotti, s.gendotti@gmail.com
Maurizio Augustoni, maurizio.agustoni@gmail.com
Giorgio Fonio, giorgio.fonio@gmail.com

GG al Nazionale

Marco Romano, marco.romano@parl.ch


Associazione PPD 60+
Scarica gli statuti dell’associazione PPD 60+

Comitato
Foletta Silvio, Presidente
Moser Thea, Segretaria
Boldini Roberto, membro
Soldati Luigi, membro
Spiess Giangiorgio, membro

Recapiti
Associazione PPD 60+
c/o Foletta Silvio
Via Terricciuole 120
Gerra Piano
6516 Cugnasco
T. 091 859 15 10
s.foletta@bluewin.ch

Moser Thea
T. 091 960 06 55
T. 079 663 80 26
tmoser@bluewin.ch


Centro culturale L’INCONTRO


Che cos’è L’Incontro?
Il Centro culturale L’INCONTRO è un’associazione che da oltre vent’anni lavora per favorire il dibattito politico-culturale nell’ambito del Partito Popolare Democratico del Ticino per la diffusione della cultura politica “nella linea della tradizione di pensiero dei cristiani democratici”. L’INCONTRO svolge la sua attività prevalentemente ne Mendrisiotto. Tra i suoi 150 membri conte tuttavia persone residenti anche in altre parti del Cantone o della Confederazione.

Contatto
Centro Culturale L’Incontro
Casella postale 1233
6850 Mendrisio

Ettore Cavadini
T. +41 (0)91 683 71 20


Osservatore Democratico


Cos’è l’osservatore democratico?
Nel corso della primavera si è costituita a Massagno l’associazione “Osservatore democratico-Gruppo di discussione politica”.

Sotto l’impulso degli avv. Alberto Lepori e Renzo Respini, un gruppo dapprima ristretto di persone ha maturato il profondo convincimento della necessità, oggi più che mai attuale, di creare un luogo in cui sia possibile fermarsi e capire, approfondire temi e problemi che attanagliano la nostra vita, che la influenzano direttamente o indirettamente e formulare, a seguito di una di illuminata discussione politica, prospettive, anche coraggiose, di azione politica.

Gli scopi dell’Osservatore democratico sono quindi:

  1. L’approfondimento di temi sociali, culturali, economici e politici, sia ad un livello locale, sia più globale;
  2. L’incontro tra coloro che credono nella necessità della riflessione sull’uomo come base dell’azione politica;
  3. La creazione di un luogo aperto alla partecipazione, alla discussione e alla formazione su temi di attualità della politica ticinese. Il metodo è quello della discussione su temi specifici che permetta di porre in relazione il livello locale con quello più globale, per comprendere quanto eventi incontrollabili ci influenzino e quale sia l’effettivo margine di manovra della nostra responsabilità di cittadini.

L’Osservatore Democratico si ispira ai principi del pensiero cristiano democratico e dell’insegnamento sociale della Chiesa, e secondo l’art.1 ha per scopo:

“Approfondire i temi sociali, culturali economici e politici, sia generali sia locali. Promuovere l’incontro tra coloro che credono nella necessità della riflessione sull’uomo come base dell’attività politica. Essere un luogo aperto alla partecipazione, alla discussione e alla formazione sui temi di attualità della politica ticinese.”

L’adesione è soggetta ad approvazione da parte del Comitato. Riceverete una lettera di conferma con allegata una copia degli statuti ed il bollettino di versamento per il pagamento della quota annuale: Studenti CHF 20.-, Membri ordinari CHF 50.-, Sostenitori a partire da CHF 100.-

Comitato
Alessandro Simoneschi, presidente
Angelo Bernasconi, vicepresidente
Sabrina Gendotti, tesoriere
Filippo Martinoli, segretario
Vincenzo Lo Russo, membro
Alberto Lepori, membro

Contatto
Osservatore democratico
Gruppo di discussione politica
Casella postale 414
6908 Massagno
osservatoredemocratico@bluewin.ch