GRAZIE!

Le Comunali 2016 non erano un esercizio facile per il PPD Ticino, chiamato a difendere le posizioni guadagnate nelle Comunali 2011, che erano state molto buone. E questo dopo le dolorose Cantonali 2015, sapendo per giunta che Lega-UDC presentavano per la prima volta liste in parecchi comuni nei quali non c’erano in precedenza.


Il vostro GOP (Gruppo Operativo Provvisorio) si era perciò messo tempestivamente al lavoro, decidendo di sostenere le Sezioni ed i Distretti con adeguate iniziative cantonali:
 

  • creazione di concetto, logo e slogan di campagna uniformati (“Per crescere insieme in un Comune più forte”);
  • campagna di affissione centralizzata (complementare a quelle delle singole sezioni) e promozione elettorale sui portali web;
  • messa a disposizione del grafico Armando Boneff per le sezioni interessate ai suoi servizi;
  • creazione di un sito web ad hoc per le Comunali e rinnovo di tutta la presenza online del PPD ad opera di Manuela e Giorgio Riva-Parisi; 
  • nomina di tre delegati del GOP (Fiorenzo Dadò, Giorgio Battaglioni e Nicolò Parente) per assistere e sostenere le sezioni;
  • convocazione di eventi cantonali specifici, in particolare Assemblea dei presidenti sezionali e distrettuali a Camorino il 17 gennaio e Congresso elettorale cantonale del 21 febbraio a Lugano.


Queste misure, ma soprattutto la forte mobilitazione di molte sezioni hanno permesso di limitare decisamente le perdite nella maggior parte dei Comuni “a rischio”, compensandole spesso con dei risultati brillanti altrove, vuoi nei Municipi vuoi nei Legislativi.

In tal senso meritano un plauso particolare le sezioni di Leventina, Vallemaggia, Bellinzonese (là dove si è votato) e Biasca, la maggioranza di quelle della cintura luganese e del Mendrisiotto - spiccano Chiasso per la riconquista del municipale, Balerna per il primato raggiunto dopo oltre un secolo di lotta, Cannobio per una vigorosa affermazione - nonché diverse altre sparse nel Cantone. In parecchi casi poi il successo dei popolari democratici è “inglobato” in quello delle liste civiche cui hanno partecipato.

Certo: situazioni particolari qua e là ci hanno anche penalizzati. Laddove queste sono frutto di circostanze esterne (vedi la nascita di liste non esistenti in passato e l’ondata leghista che spazza da un paio d’anni il Mendrisiotto) non possiamo farcene alcun rimprovero. 

Per contro dobbiamo onestamente riconoscere che in alcuni Comuni la sconfitta è dovuta ai nostri errori: lacunosa organizzazione e mobilitazione sezionale, candidature insufficienti, mancata preparazione alla successione di sindaci e municipali che non si ripresentavano. Queste cose purtroppo si pagano, e andranno analizzate con lucidità nelle prossime settimane, perché da questo 10 aprile occorre ripartire più uniti e determinati che mai, rinnovando le Sezioni ed i Distretti prima ancora degli organismi cantonali. Diciamolo chiaramente: chi lavora bene raccoglie quasi sempre il successo; chi non ha successo deve chiedersi se ha lavorato bene. E se del caso trarne le conseguenze, nell’interesse di tutti.

Oggi però è un giorno di festa, e in primo luogo voglio dire GRAZIE ai nostri magnifici 2’000 candidati, che hanno messo a disposizione della comunità il loro nome, il loro entusiasmo, le loro energie.

Alcuni sono stati aletti (sottolineo con piacere gli 8 municipali di Generazione Giovani), altri no: non importa, perché così vogliono le leggi della democrazia. Ma ciò che veramente conta è impegnarsi, battersi, dare l’esempio a tutti quei cittadini e a quei giovani che ancora si crogiolano nella pigrizia della critica gratuita e dell’astensione facile.

Grazie a tutti coloro che hanno lavorato per mesi per questi risultati. Ci troviamo al Comitato cantonale del 25 aprile a S. Antonino per festeggiare i nostri eletti e rieletti! E sempre, ovunque, FORZA PPD!


Filippo Lombardi,
coordinatore del Gruppo operativo


 

PPD

PPD Ticino, 5 Viale Portone, Bellinzona, TI, 6500, Switzerland