Adesso al lavoro, con impegno e passione!

A due settimane dalle Comunali che ci hanno riservato parecchie soddisfazioni - unite a qualche delusione, le quali vanno analizzate senza compiacimenti - ci resta da stringerci attorno ai nostri amici impegnati per i ballottaggi dell’8 maggio. Queste ultime battaglie sono importanti non solo per le sezioni coinvolte, ma per il PPD cantonale tutto. È dunque importante che chiunque tra noi abbia anche solo un parente, un amico, un conoscente nei Comuni interessati, gli faccia arrivare una precisa richiesta di sostegno ai nostri sindaci o aspiranti sindaci!


A tutti i neoeletti e i rieletti, un augurio sincero di buona legislatura. Il lavoro non manca: i problemi che toccano i Comuni sono molti, i rapporti con il Cantone e con il peso della burocrazia superiore non sono facili, i cittadini sono sempre più esigenti e, purtroppo, meno rispettosi che in passato. Ci vuole dunque una vera passione, un impegno convinto e continuo per svolgere il compito ricevuto.

Amici Municipali e Consiglieri comunali: non lasciatevi mai scoraggiare dalle difficoltà, continuate con serenità malgrado le critiche. C’è chi ammonisce “Non fare del bene, se non sopporti l’ingratitudine!”. Beh, noi rispondiamo che vogliamo fare del bene perché siamo stati eletti non per nostro piacere, ma per essere al servizio della comunità. Per questo sappiamo e vogliamo prendere le nostre responsabilità, senza perdere la pazienza anche quando qualcuno lo meriterebbe (ma succede anche a me…). Buon lavoro a tutti voi, amici popolari democratici al servizio dei vostri Comuni!

Al di là dell’8 maggio, la prossima sfida è quella di Bellinzona e Riviera che voteranno fra un anno. I segnali positivi di riorganizzazione e preparazione che ci giungono dalle sezioni e dai distretti in questione fanno piacere. Ma questo è solo un inizio: il vero e duro lavoro comincia adesso, in un quadro nettamente diverso dal passato, che presenta potenzialità ma anche rischi. Forza e coraggio, amici di Bellinzona e Riviera!

Nel frattempo deve riprendere il suo corso normale il PPD cantonale. Finita l’emergenza del “dopo cantonali” con le dimissioni dell’amico Giovanni Jelmini e la nomina di un Gruppo operativo e di un coordinatore ad interim, ora rientriamo nell’alveo della normalità. La quale impone di rinnovare entro sei mesi dalle Comunali TUTTE le cariche di partito. Non sembri arroganza la mia, ma non credo che questo rinnovo debba iniziare dall’alto. Chi vuole conoscere al più presto il nuovo presidente cantonale ha senz’altro le sue buone ragioni, ma io proporrò
al Comitato cantonale un’altra via: facciamo partire da subito l’analisi della situazione delle nostre Sezioni e dei nostri Distretti, e rinnoviamo quei due livelli, mentre il GOP riprenderà il suo lavoro di ricerca per la presidenza cantonale, sospeso a dicembre, quando il Comitato cantonale aveva accolto l’idea di congelarlo fino a dopo le elezioni comunali.

Non è il lavoro che manca e spero non manchi nemmeno la voglia: rimbocchiamoci tutti le maniche, perché vogliamo che questi tre anni “non elettorali” (salvo Bellinzona e Riviera) servano veramente a rilanciare il PPD in tutti il Ticino.


Filippo Lombardi
coordinatore ad interim del PPD

PPD

PPD Ticino, 5 Viale Portone, Bellinzona, TI, 6500, Switzerland