Un sentito ringraziamento a tutti i nostri candidati


Domenica 8 maggio si sono svolte in nove comuni del Cantone le elezioni di altrettanti sindaci che hanno visto protagonisti alcuni esponenti popolari democratici. È la legge sui diritti politici che consente ai proponenti di una lista di affiancare al cosiddetto sindaco di quindicina la candidatura di un municipale eletto nell’ambito delle elezioni generali per chiedere l’elezione popolare di chi sarà chiamato a dirigere l’attività dell’esecutivo.

A Cadempino è stata premiata l’esperienza pluriennale del sindaco di quindicina e uscente PPD Marco Lehner che ha ottenuto 344 consensi rispetto ai 276 voti ricevuti dallo sfidante PLR Juri Bonizzi; l’esito positivo è pure da ricondurre all’attivo impegno profuso in molti anni dal gruppo popolare democratico e dalla collegialità che ha sin qui sempre dettato i ritmi di lavoro in seno al Municipio.

A Bissone il neoeletto sindaco di quindicina popolare democratico Andrea Incerti è stato riconfermato in modo massiccio con 224 voti contro i 102 consensi ottenuti dallo sfidante Marco Taminelli (lista Lega-UDC). È il risultato ottenuto grazie alla collaborazione nata dall’unione di tre forze politiche, dopo lo scioglimento del Movimento Nuova Bissone. Siamo certi che le doti di conduzione e di mediazione del nuovo sindaco possano contribuire a permettere alla nuova compagine municipale di superare i difficili momenti con i quali il comune è stato confrontato  negli ultimi anni.

A Lamone il candidato popolare democratico Carlo Franchini, che correva con la lista del gruppo civico, ha conseguito un buon risultato (225 voti per rispetto ai 292 andati al sindaco di quindicina Marco Balerna).A Grancia l’ottimo risultato raggiunto dal candidato popolare democratico Andrea Imerico (97 voti) non gli ha consentito di superare il candidato Paolo Ramelli (111 voti), che figurava sulla lista civica Grancia 2016. A Ponte Tresa il sindaco di quindicina Daniel Buser (PLR) è stato confermato con 160 voti per rispetto ai 134 voti ricevuti dal candidato
Stefano Baggio. Nel Sopraceneri, le elezioni dei sindaci si sono svolte in quattro Comuni; detto del derby PLR di Serravalle, che ha visto prevalere il candidato Luca Bianchetti, l’attenzione era rivolta ai comuni di Avegno-Gordevio, Cadenazzo e S. Antonino.

Ad Avegno-Gordevio l’elezione del sindaco è stata purtroppo preceduta dal ritrovamento, o dimenticanza, nella cassaforte del Comune, di 45 schede relative alle elezioni generali del mese di aprile, circostanza questa che ha comportato il rifacimento dello spoglio a livello cantonale con conseguente cambiamento nella persona del sindaco di quindicina. Inutile dire che quanto accaduto non è certamente suscettibile di rafforzare il sentimento di fiducia che le cittadine e i cittadini – che hanno diritto ad un’organizzazione corretta di un’elezione e a un accertamento altrettanto esatto dei risultati - devono riporre nelle istituzioni.  I risultati hanno visto prevalere il sindaco uscente Mario Laloli (lista La nuova Avegno Gordevio) sul filo di lana e per soli due voti di scarto (398) per rispetto ai 396 suffragi ottenuti dal trentacinquenne Jonathan Pozzoni (lista Insieme). A Cadenazzo c’erano legittime aspettative di riuscita da parte del popolare democratico Arnaldo Caccia, che figurava sulla lista L’Altra Cadenazzo; non è stata purtroppo premiata la lunga esperienza politica del candidato, che si è visto attribuire 357 preferenze contro ai 385 voti ottenuti dal candidato Marco Bertoli (PLR).

Oggettivamente più difficile appariva la sfida della coraggiosa e battagliera Sezione PPD di St. Antonino che ha proposto la candidatura dell’amico Mauro Pedrelli al quale sono andati 388 voti (339 ad aprile) per rispetto ai 516 consensi ottenuti dalla sindaca uscente Simona Zinniker (PLR). Si è trattato di un ottimo esercizio di democrazia che ha visto in particolare l’attivarsi di parecchi giovani che potranno offrire il  loro contributo, in seno al Consiglio comunale o all’interno della Sezione, al futuro del Comune. Il Partito esprime il suo ringraziamento a tutti i candidati e formula il miglior augurio per un costruttivo lavoro all’interno dei rispettivi esecutivi comunali, nell’interesse del bene comune. Esprime pure molta gratitudine agli elettori che hanno partecipato alle elezioni dei sindaci e che hanno sostenuto i nostri candidati.


Giorgio Battaglioni
Membro del Gruppo Operativo Provvisorio


 

PPD

PPD Ticino, 5 Viale Portone, Bellinzona, TI, 6500, Switzerland