SI al controprogetto, segnale positivo alla lotta contro il dumping!


Il mercato del lavoro ticinese sarà maggiormente controllato e tutelato! Questo quanto deciso chiaramente oggi dal popolo ticinese che ha scelto – non cadendo nella trappola tesa dagli iniziativisti – il controprogetto del Gran Consiglio su proposta del PPD all’iniziativa “Basta con il dumping salariale in Ticino!”. Un risultato che soddisfa molto il Partito popolare democratico capace di affrontare sempre in prima linea una campagna difficile, talvolta purtroppo sconfinata anche nella scorrettezza.

I temi del mercato del lavoro e della sua tutela devono ora rimanere una priorità dell’agenda politica. La lotta al dumping va condotta secondo le proposte del controprogetto ovvero con interventi mirati, una valorizzazione del partenariato sociale e senza la creazione di nuovi, inutili e onerosi apparati burocratici. Il PPD chiede che il Consiglio di Stato implementi sin da subito le prime misure a sostegno del mercato del lavoro.

L’iniziativa “Prima i nostri”, ovvero un mini 9 febbraio, è stata accolta dai ticinesi ma con un risultato in netta diminuzione (-10%) rispetto a quanto ottenuto nel 2014 sull’immigrazione di massa. Ancora una volta si evidenzia dunque la legittima preoccupazione dei cittadini del Cantone legata al mondo del lavoro. Una preoccupazione, alla quale si è comunque già data una risposta proprio oggi con l’accettazione del citato controprogetto, che va assolutamente tenuta in considerazione e che si cercherà – malgrado le difficoltà già evidenziate in campagna legate alla sua applicabilità – di tradurre in azioni concrete. Il PPD si attende che i promotori dell’iniziativa siano disposti ad assumersi le loro responsabilità evitando di lasciare agli altri il compito di trovare una soluzione.

Il PPD è inoltre soddisfatto per i chiari NO a livello federale su Economia verde e AVSplus. In merito a quest’ultimo oggetto si può ormai considerare spianata la strada per il grande progetto Previdenza vecchiaia 2020 – sul quale il Consiglio nazionale si chinerà domani – che ha l’obiettivo di garantire le rendite di oggi e quelle di domani ai nostri giovani. Infine, l’accettazione della legge federale sulle attività informative, è un successo molto importante per la sicurezza della Svizzera e della sua popolazione.

 

Persone di contatto:
Raffaele De Rosa e Fabio Bacchetta Cattori


PPD

PPD Ticino, 5 Viale Portone, Bellinzona, TI, 6500, Switzerland