Quali conseguenze per il Canton Ticino in seguito alla bocciatura della Riforma III delle imprese?


Interrogazione

Presentata da Fabio Battaglioni

Nel corso delle ultime settimane grazie alla Legge sulla Riforma III dell’imposizione delle imprese in Ticino si è dibattuto molto di fiscalità. Sia il fronte dei favorevoli che quello dei contrari, però, hanno presentato scenari positivi e negativi in funzione del voto finale sulla Riforma. Questa interessante pluralità di informazioni non aiuta ad avere chiarezza sulle effettive conseguenze del NO. Cosa cambierà per il Ticino?

Pertanto, si chiede al Consiglio di Stato:

1. Quali sono concretamente le conseguenze del NO alla Riforma III dell'imposizione delle imprese sul Preventivo 2018 e sulla pianificazione finanziaria dei prossimi anni? Quali nuove misure sono previste dal Consiglio di Stato nel quadro della pianificazione finanziaria?

2. Il Consiglio federale vede nella bocciatura il pericolo di un’accresciuta concorrenza fiscale. Quali sono i rischi per il Canton Ticino? Come deve profilarsi il Cantone, in futuro, dal punto di vista fiscale? Sono da attendersi delle modifiche legislative a livello fiscale per contrastare i rischi derivanti da una maggiore concorrenza?

3. La Confederazione sta progettando una nuova versione della Riforma III dell'imposizione delle imprese in stretta collaborazione con i Cantoni. Quale posizione assumerà il Canton Ticino in occasione di questi negoziati?

4. Vi sono segnali che lasciano presagire l’intenzione da parte dell’Italia di inserire nuovamente la Svizzera in una black list? Come intende agire il Canton Ticino per scongiurare questa eventualità?

Con ossequio
Fabio Battaglioni

PPD

PPD Ticino, 5 Viale Portone, Bellinzona, TI, 6500, Switzerland