Economia sociale?

Dove sono i problemi?
La Svizzera è economicamente stabile. I suoi abitanti hanno lavoro e prospettive future; le assicurazioni sociali sono un ottimo ammortizzatore. Tutto questo va difeso e conservato. L'ambiente economico internazionale non è semplice: essendo la prima destinazione delle nostre esportazioni, l'UE assume un'importanza prioritaria per la Svizzera. La pressione che subisce il franco è considerevole e genera dei prezzi troppo alti nel nostro Paese, inasprendo così la concorrenza per gli esportatori svizzeri e anche per il settore turistico. 

Una politica estera attiva per una Svizzera sovrana e aperta.
Sosteniamo la piazza economica svizzera.

Facciamo di tutto per migliorare l'attrattività della piazza economica svizzera. Ottimizziamo le infrastrutture e diamo accesso alle persone qualificate. Vogliamo innalzare il livello generale di formazione, creiamo condizione ottimali per l'innovazione e la ricerca, assicuriamo la certezza del diritto, diminuiamo la densità legislativa, liberalizziamo il diritto del lavoro e rendiamo la politica fiscale competitiva su scala internazionale. Promuoviamo una gestione responsabile di tutte le risorse, in particolare del territorio, l'acqua, il cibo e l'energia. Favoriamo lo sviluppo economico duraturo e sosteniamo la svolta energetica. Esigiamo condizioni quadro ottimali per le imprese che partecipano alla svolta energetica. Crediamo che questa permetta la creazione di un nuovo settore economico interessante per le piccole e medie imprese (PMI). Questo settore include in particolare operai e imprese artigianali innovatrici che contribuiscono ad accrescere l'efficacia energetica di installazioni, a costruire e risanare in modo efficiente da un punto di vista energetico, a sviluppare la produzione energetica sostenibile e a creare reti di trasporto intelligenti. 

Assicuriamo una piazza finanziaria forte, conforme a livello internazionale e competitiva. Ci impegniamo affinché la Svizzera applichi le normative internazionali, solo quando queste sono stabilite e applicate sulle principali piazze finanziarie del mondo. Serve concorrenza che garantisca competitività tra i prodotti e che metta fine ai prezzi ingiustificatamente elevati in Svizzera; non dobbiamo essere un’ “isola” dei prezzi alti! I consumatori hanno diritto ad un rapporto qualità/prezzo equo. I monopoli, i cartelli, le intese sui prezzi, gli ostacoli commerciali e la corruzione impediscono il buon funzionamento di un mercato corretto e compromettono la pari opportunità tra fornitori. Ricordiamo che l'economia è al servizio dell'uomo e non viceversa. Facciamo appello al rispetto dei principi etici fondamentali tra le imprese, i clienti, i datori di lavoro e con la società in generale.

Vogliamo far fronte attivamente alla mancanza di mano d'opera qualificata.

Il PPD vede un grande potenziale tra le donne, tra le persone che devono essere reinserite nel mondo del lavoro e tra le persone più anziane. Chiediamo inoltre alle imprese svizzere di reclutare nuovo personale dapprima sul mercato nazionale.

PPD

PPD Ticino, 5 Viale Portone, Bellinzona, TI, 6500, Switzerland